Ricercare e filtrare contenuti

Film consigliati per le serate d’inverno

Attori e controfigure sulle piste

Testo: Hugo Vuyk / Foto: messe a disposizione / 17.02.2016

Scene su sci o snowboard al cinema: a molti verrà subito in mente l’inseguimento sullo Schilthorn in «James Bond Agente 007 – Al servizio segreto di Sua Maestà». Naturale, visto che questa scena è stata un modello per un altro regista. Ma anche Bridget Jones e i Beatles si sono cimentati in pista. Ecco la nostra top ten di DVD per abbreviare le vostre lunghe serate invernali: vi auguriamo molta suspense e buon divertimento!

Così come sono famose le scene sugli sci sullo Schilthorn, tanto è importante Willy Bogner per le scene di sci nel cinema in generale. Negli anni ’60 questo cineasta, designer e proprietario dell’azienda di abbigliamento omonima era uno dei migliori sciatori tedeschi e vinse, fra l’altro, una discesa del Trofeo del Lauberhorn. Bogner ha diretto una serie di film a metà fra il genere azione e sport, come «Crystal Dreams», «Fuoco, neve e dinamite», «White Magic» o «Vacanze sulla neve» (v. sotto).

Bogner ha inoltre firmato le scene sugli sci nel film di James Bond «Al servizio segreto di Sua Maestà», che ha girato con una camera speciale. Per il film ha utilizzato anche un prototipo degli sci twin tip, che hanno sia la punta sia la coda rialzate e che consentono di sciare anche all’indietro. Sugli sci la controfigura di George Lazenby, che impersonava Bond, era Ludwig Leitner, un’altra leggenda dello sci tedesco, mentre Bernhard Russi era l’inseguitore di Bond, quello che finisce nello spazzaneve.

Con l’uso degli stuntman per le velocissime scene sugli sci, Bond si trova in ottima compagnia. Anche i Beatles in «Help!» sono stati sostituiti da maestri di sci sulle piste, non essendo per nulla capaci di sciare. Per il suo ruolo in «Che pasticcio, Bridget Jones!», invece, Renée Zellweger non ha di certo avuto bisogno di controfigure: commette praticamente tutti gli errori che può fare un principiante sugli sci. Vi auguriamo buon divertimento con la nostra top ten di film in DVD con le scene di sci più belle, più spettacolari o più divertenti.

«James Bond Agente 007 – Al servizio segreto di Sua Maestà» (Immagine: Twentieth Century Fox)

«James Bond Agente 007 – Al servizio segreto di Sua Maestà»
Questa volta, l’avversario di James Bond si chiama Ernst Stavro Blofeld e vuole utilizzare giovani donne sotto ipnosi per spargere in tutto il mondo un morbo micidiale. In una clinica sullo Schilthorn, installata nel ristorante panoramico Piz Gloria, Bond viene a conoscenza del piano. Ovviamente Bond viene preso prigioniero ma, come sempre nei film dell’agente segreto, riesce anche a fuggire. In una spettacolare scena d’inseguimento, Bond scia in discesa dallo Schilthorn.

di Peter R. Hunt, con George Lazenby e Diana Rigg, 1969, 140 min.

«Forza maggiore» (Immagine: LookNow! Filmverleih)

«Forza maggiore»
Tomas ed Ebba, giovane coppia svedese di successo, decidono di fare una vacanza sulla neve con i due figli sulle Alpi francesi. Quando rischiano di essere travolti da una valanga di neve, il comportamento di uno dei due durante l’evento mette a dura prova il rapporto fra i membri della famiglia, dando inizio al vero dramma. «Forza maggiore» ha vinto il premo della giuria al Festival di Cannes nel 2014.

di Ruben Östlund, con Brady Corbet e Kristofer Hivju, 2014, 120 min.

«Vacanze sulla neve»
A prima vista si tratta di una storia d’amore con qualche problemuccio, ma in realtà il film sportivo di Willy Bogner «Vacanze sulla neve» è incentrato su spettacolari scene sugli sci e anche sulla pista da bob. Le riprese sono state fatte ad Aspen, St. Moritz e Kitzbühel. Se lo vedete nella versione originale in tedesco (il DVD contiene anche la versione inglese), probabilmente riconoscerete la voce che commenta la trama: sì, è proprio lui, Emil Steinberger!

di Willy Bogner, con Suzy Chaffee e John Eaves, 1986, 90 min.

«Che pasticcio, Bridget Jones!» (Immagine: Universal Pictures)

«Che pasticcio, Bridget Jones!»
Per Bridget Jones, Mark è l’uomo della vita. Quando però scopre che l’idea dell’invito alla settimana bianca non viene da lui ma da Rebecca, la bella collega di lei, si fa prendere dai dubbi. Ovviamente Rebecca è una sciatrice molto più esperta e, sulla pista, a Bridget va tutto storto, nonostante il nuovo completo da sci rosa. Le scene sugli sci sono state girate a Lech am Arlberg, altre invece in Tailandia e in Gran Bretagna.

di Beeban Kidron, con Renée Zellweger, Colin Firth e Hugh Grant, 2004, 108 min.


«Help!»
«Rumoroso e colorato cocktail di musica beat e numerose idee, in gran parte originali», scrisse la rivista Evangelische Film-Beobachter nel 1965, all’uscita di «Help!» sugli schermi. Oggi questo film dei Beatles è considerato un classico della storia dei film musicali. A chi sa bene l’inglese consigliamo la versione originale con i sottotitoli, in quanto spesso i bizzarri giochi di parole di John Lennon risultano poco efficaci nel doppiaggio. Le scene sugli sci sono state girate nel comprensorio di Obertauern, in Austria.

di Richard Lester, con i Beatles, 1965, 91 min.

«L’ultima vacanza» (Immagine: Paramount / Universal Pictures)

«L’ultima vacanza»
Georgia Byrd lavora nel reparto casa e cucina di un grande magazzino americano. Dopo un incidente peraltro senza conseguenze, il medico le diagnostica un tumore al cervello e le comunica che avrà ancora solo tre settimane di vita. Georgia preleva dalla banca tutti i suoi soldi e, per poter realizzare almeno in parte i suoi sogni, si reca in alcune località in Europa, fra cui Venet, nel Tirolo. Alla fine, tutto va diversamente da come previsto, ma non vogliamo rivelarvi altro.

di Wayne Wang, con Queen Latifah e LL Cool J, 2006, 111 min.

«Grand Budapest Hotel» (Immagine: Twentieth Century Fox)

«Grand Budapest Hotel»
Il film è incentrato sulle turbolente avventure di un concierge e di un valletto del malridotto Grand Budapest Hotel. Nell’inseguimento su slitta e sci, una delle scene chiave del film, si nota anche un osservatorio riprodotto sul modello dell’osservatorio Sphinx sullo Jungfraujoch. Il film, fastoso e con molti fantastici attori, ha vinto fra l’altro quattro Oscar.

di Wes Anderson, con Ralph Fiennes e Tilda Swinton, 2014, 101 min.


«xXx»
«xXx» (pronunciato triple X), con Vin Diesel, è consigliato agli amanti dei film d’azione piuttosto duri. In questo film, che era stato pensato come il nuovo James Bond del XXI secolo, gli stunt sono ovviamente più importanti della trama, che racconta di un’organizzazione illegale che vuole mettere una contro l’altra le potenze della terra. In «xXx» si trovano camei di vari esponenti di sport estremi. Appare estrema anche la scena in cui Vin Diesel sullo snowboard deve dimostrare di essere più veloce di una valanga.

di Rob Cohen, con Vin Diesel e Samuel L. Jackson, 2002, 123 min.


«Inception»
Dominick Cobb si guadagna da vivere rubando informazioni preziose dai sogni di altre persone. In realtà, però, Cobb vuole poter avere di nuovo una vita normale e tornare dalla sua famiglia. Per riuscirci deve portare a termine un ultimo incarico, che sembra impossibile. Anche in questo psico-thriller c’è un inseguimento sulle piste da sci, per il quale il regista si è ispirato al suo film preferito di 007: «Al servizio segreto di Sua Maestà».

di Christopher Nolan, con Leonardo DiCaprio e Joseph Gordon-Levitt, 2010, 148 min.

«First Descent» (Immagine: Tiberius Film)

«First Descent»
Per concludere, un consiglio un po’ particolare: un documentario che è uno spettacolare viaggio nel tempo che descrive lo sviluppo dello sport dello snowboard da movimento ribelle non riconosciuto a fenomeno di massa in tutto il mondo. Gli snowboarder che compaiono nel film rappresentano ben tre generazioni di questo giovane sport. Il film mostra anche come cinque dei migliori al mondo in questa disciplina si mettono in viaggio verso l’Alaska per tentare per la prima volta una pericolosa discesa da uno dei più alti ghiacciai del mondo.

di Kemp Curly e Kevin Harrison, con Shaun White e Hannah Teter, 2005, 106 min.

Altri articoli