Ricercare e filtrare contenuti

Consigli

Trucchi e consigli per
le pulizie di primavera

Testo: Nathalie Zeller, immagini: jala, photocase.de / 15.04.2016

Lavare i vetri delle finestre, pulire la cucina, eliminare il calcare nel bagno e nel WC non sono esattamente i vostri passatempi preferiti? Ecco qua alcuni trucchi e consigli per pulire la casa in modo semplice e senza faticare troppo.

Per mantenere la casa pulita, spesso usiamo troppi detergenti o prodotti troppo aggressivi a discapito dell'ambiente. In realtà possiamo rinunciare ai prodotti chimici, infatti la maggior parte dei metodi usati dai nostri nonni è ancora oggi efficace. Scoprite di più su questo argomento:

Prima di iniziare, ecco alcune indicazioni utili:

1.

il 90% dello sporco può essere eliminato con un normale detersivo per le stoviglie senza dover ricorrere a detergenti specifici e prodotti chimici per la pulizia della casa, esclusi eventualmente quelli pensati per lo sporco particolarmente ostinato;

2.

per motivi igienici è importante procedere nel seguente ordine: iniziate a pulire dapprima le superfici poco sporche. Nel bagno, ad esempio, partite dagli specchi e proseguite poi con il lavabo, la doccia e la vasca. Pulite il WC per ultimo, dopodiché mettete a lavare il panno in microfibra o lo straccio che avete utilizzato per la pulizia del bagno;

3.

piegate lo straccio per la polvere o per la pulizia della casa in tre così da usare sempre una superficie pulita. In questo modo potete pulire intere stanze senza dover continuamente risciacquare il panno;

4.

iniziate col rimuovere il calcare da apparecchi e rubinetterie o col lasciarli in ammollo cosicché, mentre questi si puliscono, voi potete dedicarvi ad altro;

5.

programmate sufficiente tempo e procedete per tappe. Non dovete pulire tutto in una giornata, le pulizie di primavera, infatti, spesso durano più del previsto.

Cucina

Il frigorifero e il forno sono due veri e propri «mangiatempo» in cucina. Dopo aver sbrinato e pulito il frigorifero e prima di riempirlo nuovamente, non dimenticate di controllare se ci sono alimenti scaduti. Qui trovate altri consigli utili per la cucina:

Pulire teglie e bicchieri
Il sale è un rimedio efficace contro il grasso. Cospargete del sale da cucina sulle incrostazioni presenti sulle teglie e riscaldatelo finché diventa marrone. Dopodiché potrete rimuovere con facilità l'intero strato di sale formatosi. Il sale da cucina consente di rimuovere facilmente anche i resti di grasso sui bordi dei bicchieri, ad esempio le tracce di rossetto.

Pulire le posate d'argento
Rivestite un recipiente o la vasca del lavello con della pellicola di alluminio e versate abbondante sale da cucina. Lasciate scorrere l'acqua e immergete le posate d'argento. Avrete quasi l'impressione che le posate si puliscano da sole.

Pulire pentole e padelle
Le pentole con residui di bruciato sono facili da pulire: riempite la pentola con un po' di acqua e una bustina di lievito in polvere, mettete tutto sul fuoco e lasciate in ammollo.

Bagno/doccia/WC

Gli scarichi intasati sono un classico problema nei bagni e nelle docce. Lo sturalavandino è una soluzione ecologica e di vecchia data. Si tratta di un metodo efficace, ma pur sempre un po' disgustoso. Provate seguendo questo consiglio!

Sturare gli scarichi
Versate una mezza tazza di sale da cucina nello scarico e poi dell'acqua bollente. Se necessario ripetete l'operazione, lasciate agire durante la notte e risciacquate la mattina seguente. Se lo scarico è intasato da capelli, potete rimuoverli preventivamente con un uncinetto o una gruccia di filo di ferro.

Eliminare il calcare dalle rubinetterie
Un rimedio collaudato contro il calcare è l'aceto. Spesso però lo si lascia agire per troppo poco tempo. Imbevete delle strisce di ovatta o della carta assorbente nell'aceto, avvolgetele attorno alle rubinetterie e lasciate agire per qualche ora. Dopodiché risciacquate e lucidate le rubinetterie.

Evitare la muffa
I bagni con vasche e docce ma senza finestre sono soggetti alla formazione di muffe. Potete evitare facilmente questo inconveniente posizionando una vaschetta con dentro della lettiera per gatti o della carbonella, entrambe infatti assorbono l'umidità. Queste ultime possono essere nascoste all'interno di una bella scatola forata. Rimpiazzatele ogni 2–4 settimane.

Vetri delle finestre e specchi

Considerando che l'inchiostro da stampa non è più quello di un tempo, oggi non è più consigliabile pulire i vetri delle finestre con la carta da giornale. Vi sono però delle valide alternative:

Pulire i vetri delle finestre
Per pulire i vetri delle finestre, gli specchi e i tavoli di vetro senza lasciare aloni, mescolate 1 litro di acqua, 1cucchiato di alcol etilico e qualche goccia di detersivo per i piatti. Questa soluzione sostituisce qualsiasi detergente per i vetri. Se utilizzate un panno di pelle di daino per pulire i vetri delle finestre, alla fine lavatelo in acqua calda salata per evitare che si indurisca.

Panni di microfibra
Utilizzate dei panni di microfibra per pulire superfici lisce e asciugare i vetri delle finestre e le superfici specchiate.

Salotto

Infine vogliamo darvi due consigli pratici per il salotto:

Tende bianche
Aggiungete una bustina di lievito in polvere all'acqua di lavaggio per le tende leggermente ingiallite, che torneranno così bianchissime (consiglio non valido per le tende colorate). Se le tende sono molto sporche, potete dapprima lasciarle in ammollo in acqua dove avrete versato una bustina di lievito in polvere (2–3 ore in base al grado di sporco).

Pulire i vasi
I vasi di vetro opachi possono essere puliti con dell'acqua calda miscelata a un cucchiaino di sale da cucina e qualche goccia di aceto. Riempite il vaso con acqua calda, aggiungete sale e aceto e lasciate agire tutta la notte. L'indomani risciacquate e il vaso sarà nuovamente trasparente.

Come si può dire: «Prima il dovere, poi il piacere!» Dopo tanto strofinare, pulire e lucidare concedetevi una pausa di tanto in tanto e seguite i nostri consigli sui film:

Categoria:

abitare

Altri articoli