Ricercare e filtrare contenuti

Città da scoprire

Via dalla routine per tuffarsi in una breve vacanza

Testo: Anita Brechbühl (Travelita) / Foto: Nicolas Glauser / 06.09.2016

Avete voglia di evadere per qualche giorno dalla routine quotidiana? Scoprire un posto nuovo, gustare i piatti locali e respirare aria di città? Allora fate le valigie, l’autunno è la stagione ideale per un weekend urbano. Ma dove? La blogger di viaggi svizzera Travelita rivela alcune mete ideali per il fine settimana. Voglia di partire garantita!

Liverpool
Da città difficile, Liverpool si è trasformata senza fare rumore in una metropoli molto cool. Le storiche opere portuali con l’Albert Dock sono il primo approdo per i turisti e al tempo stesso l’esempio di come la città sul fiume Mersey si sia reinventata negli ultimi anni. I vecchi magazzini sono stati convertiti in musei e negozi, cui si sono aggiunti nuovi edifici innovativi. C’è molto da vedere tra Duke, Hope e Bold Street: negozi vintage e cupcake store, il più grande portale d’ingresso cinese (paifang) al di fuori della Cina, la grandiosa Liverpool Cathedral e le vivaci porte colorate in stile georgiano. I nomi delle strade di Liverpool, poi, rievocano le canzoni dei Beatles. Il cancello rosso di Strawberry Fields nella Beaconsfield Road e la targa di Penny Lane sono tra i luoghi più fotografati. Penny Lane porta direttamente all’oasi di Sefton Park. I «liverpudlians» si recano a Crosby Beach per gli ultimi raggi di sole dell’estate avanzata: qui l’installazione permanente «Another Place» di Antony Gormley assicura un’atmosfera poetica e bizzarra. E la sera si può ballare fino allo sfinimento nel leggendario Cavern Club.

Amsterdam
Quando d’autunno le foglie lungo i «grachten» si fanno di mille colori, Amsterdam presenta il suo lato più romantico. Prima di una lunga passeggiata in città ci si può rifocillare al Vlaamsch Broodhuys con una deliziosa colazione. A questo punto si può cedere al richiamo della zona dei canali, la «grachtengordel», e dell’affascinante quartiere Jordaan. In caso di brutto tempo c’è l’ottima alternativa del Museumplein, in cui si concentrano i principali musei di Amsterdam: Rijksmuseum, Stedelijkmuseum, Van-Gogh-Museum. Chi desidera scoprire parti di Amsterdam non assediate dai turisti si dirige invece verso la zona intorno a Oosterdok e Havens Oost. Dal tetto obliquo del NEMO Science Center, accessibile al pubblico, si può godere di una prospettiva a volo d’uccello su questa parte della città. Amsterdam è entusiasmante anche dal punto di vista gastronomico: oltre al noto mercato Albert Cuypmarkt, merita una visita il ristorante Guts & Glory, dove si possono gustare creazioni raffinate e stagionali. Una giornata perfetta si conclude allo SkyLounge, un luogo unico per ammirare Amsterdam al crepuscolo.

Palma di Maiorca
A Palma di Maiorca, ordinare un «café con leche» prima delle nove di mattina è un’impresa. La mattina la città sonnecchia. Al Café el Central i più mattinieri potranno gustare il caffè con la «einsaimada», il tipico dolce di Maiorca. Passeggiando poi per i vicoli tortuosi del centro storico e lanciando uno sguardo a La Seu, la bellissima cattedrale, ci si renderà conto che la città non corrisponde ai cliché attribuiti all’isola. Particolarmente hip è la parte occidentale della città. Lontano dalle attrazioni turistiche, nel quartiere di Santa Catalina si trovano vecchi mulini a vento, cortili tipici e bei locali come il Bros Palma. La lounge del museo di arte moderna Es Baluard offre una bella vista sul porto e sul centro storico. E non è tutto: Palma offre temperature estive fino al tardo autunno.

Bordeaux
Nelle rinomate aziende vinicole vicine a Bordeaux d’autunno fervono le attività. La vendemmia è alle porte e con lei la speranza di un’annata promettente. Con un tour guidato si possono visitare le cantine e immergersi nel mondo dei vini Bordeaux. All’inizio dell’estate è stato inaugurato il parco a tema Cité du Vin, nuova attrazione per i turisti e anello di congiunzione tra la città e i centri vinicoli circostanti. Bordeaux presenta il suo lato migliore al «Miroir d’eau», dove gli edifici di arenaria color crema del XVIII secolo si riflettono in uno specchio d’acqua di 3 450 m2. Il centro di Bordeaux affascina con le sue deliziose stradine e i fastosi edifici di rappresentanza. Particolarmente vivace è il Quartier Saint-Michel intorno al Marché des Capucins. La città sulla Garonna è una meta ideale anche per i buongustai. Per una pausa caffè si raccomanda la Rue Saint-James, mentre al Petit Commerce si servono ottimi menù per pranzo; a cena si può banchettare al ristorante Garopapilles.

Travelita
Dal 2012 la bernese Anita Brechbühl racconta nel suo blog Travelita i suoi viaggi nelle città e in luoghi lontani e le escursioni in Svizzera. Con il motto «scopriamo insieme il mondo» è sempre alla ricerca di nuove avventure che fotografa insieme al partner del blog Nicolas Glauser. Quando Anita non è in viaggio vive e lavora a Zurigo nella pianificazione del territorio e della viabilità.
www.travelita.ch

Altri articoli