Ricercare e filtrare contenuti

L'esperto risponde

Ecco cosa c'è dietro a un pagamento con carta di credito

Foto: Ornella Cacace / 08.09.2021

Le carte di credito sono sempre più popolari. Anche perché rendono i pagamenti molto semplici e sicuri e offrono tanti altri vantaggi. Un'operazione che sembra molto semplice per il titolare della carta si basa tuttavia su un processo complesso. Cosa succede realmente fino a quando il denaro arriva all'esercente? Alexander Ginsburg, Head Payment Products di Viseca, spiega come funziona.

Estrarre la carta e pagare: un gesto estremamente semplice per il titolare della carta, ma che avvia un processo complesso. In Svizzera o negli acquisti online, la singola transazione non costa nulla ai titolari di una carta, tuttavia comporta commissioni e altri costi che devono essere coperti.
 
Signor Ginsburg, cosa c'è dietro una transazione con carta di credito?
Per l'acquirente e il venditore, i pagamenti con carta di credito sono molto semplici, ma celano un processo tecnico complesso.
Tutto verte sull'interazione tra l'acquirer, l'emittente della carta (issuer) e i circuiti delle carte di credito, i cosiddetti «Card Schemes» come Mastercard o Visa, che devono funzionare sempre perfettamente e in tutto il mondo.
 
Chi e cosa c'è dietro un pagamento con carta di credito?
Si instaura un contratto di pagamento con carta di credito tra l'acquirente, ossia il titolare della carta, e l'esercente, che può essere uno shop online, un ristorante o qualsiasi fornitore di servizi che accetti il pagamento con carta di credito.
L'issuer e l'acquirer si occupano dell'autorizzazione, del versamento e della fatturazione all'interno del circuito delle carte di credito e garantiscono una transazione rapida e regolare.
 
Molti termini tecnici, può spiegarceli meglio?
Il titolare della carta di credito utilizza la carta per gli acquisti o al ristorante. Dopo ogni periodo di conteggio, riceve dall'issuer una fattura cumulativa per tutti gli acquisti e corrisponde a quest'ultimo la somma delle transazioni effettuate.
L'acquirer è invece il partner contrattuale dell'esercente, è autorizzato da quest'ultimo a richiedere il prezzo d'acquisto all'issuer dell'acquirente/del titolare della carta mediante il circuito e garantisce che l'esercente ottenga il proprio denaro entro un termine concordato.
 
E l'issuer?
L'issuer è l'emittente della carta di credito. È il referente diretto del titolare della carta di credito. Nel momento in cui un pagamento con carta di credito viene avviato presso l'esercente, l'issuer verifica la validità e il limite della carta e autorizza o rifiuta il pagamento. Inoltre, versa all'acquirer il prezzo di acquisto mediante il circuito delle carte di credito e invia al titolare della carta una fattura con tutte le spese.
 
Perché è necessario un circuito delle carte di credito?
Il circuito disciplina la collaborazione tra issuer e acquirer e i relativi clienti, gli esercenti. È inoltre responsabile dell'infrastruttura di elaborazione delle transazioni e la mette a disposizione. È grazie a questa rete globale che il sistema delle carte di credito funziona correttamente in tutto il mondo. Garantisce così che il rimborso del prezzo di acquisto richiesto dall'acquirer sia trasmesso all'issuer corretto, e viceversa che il versamento dell'issuer giunga al giusto acquirer.
 
Perché gli acquirer e gli issuer non possono comunicare direttamente tra loro?
L'acquirer e l'issuer non si conoscono direttamente perché sono collegati esclusivamente dal circuito delle carte di credito. Se per esempio pagate con la vostra carta a New York, l'acquirer inoltra i dati della carta al cosiddetto «scheme» (Mastercard o Visa). Al centro di questo processo di pagamento c'è il circuito delle carte di credito che funge da interfaccia tra acquirer e issuer, inoltra la richiesta di pagamento all'issuer e garantisce che una transazione sia verificata, eseguita e registrata correttamente. Solo grazie a questo circuito il sistema di pagamento con carte può funzionare su scala mondiale.
 

Schema della transazione

Questo schema mostra i soggetti coinvolti nel processo di pagamento con i relativi compiti, grazie ai quali un pagamento con carta di credito è eseguito in pochi secondi e con la massima sicurezza.

1. I beni o i servizi sono acquistati presso un fornitore e pagati con carta di credito.
2. L'esercente o il fornitore invia la transazione, in genere per via elettronica, all'acquirer, partner contrattuale dell'esercente.
3. L'acquirer inoltra la transazione al circuito delle carte di credito.
4. Il circuito invia a sua volta la transazione all'issuer, l'emittente della carta di credito.
5. A questo punto l'issuer verifica il pagamento e lo autorizza o lo rifiuta, il tutto in tempo reale. Attraverso il circuito, l'autorizzazione giunge dunque all'acquirer e infine all'esercente.
6. L'issuer rimborsa il circuito delle carte di credito al netto delle commissioni (interchange fee)
7. Il circuito delle carte di credito rimborsa l'acquirer al netto delle commissioni (interchange fee)
8. L'acquirer infine rimborsa l'esercente, da cui ottiene una cosiddetta commissione dei commercianti.
9. L'issuer fattura poi la transazione al titolare della carta.
10. Infine, il titolare della carta paga all'issuer l'importo totale.

Altri articoli