Ricercare e filtrare contenuti

Consiglio per le carte

In questi Paesi si paga quasi esclusivamente senza contanti

Testo: Hugo Vuyk / Foto: iStock (gpointstudio, Tinpixels) / 03.10.2018

Vi è già successo di trovarvi in un esercizio commerciale che non accetta contanti? Qui da noi probabilmente no, ma in Olanda potrebbe capitarvi. In questo Paese, infatti, i contanti sono ormai da tempo superflui. Scoprite in quali altri Paesi non potete assolutamente fare a meno della vostra carta.

Alina Muiderberg non vede l'ora di gustare le «kroket», una specialità della cucina olandese. Le migliori sono quelle della pasticceria Holtkamp ad Amsterdam.

Alina si trova al bancone di questo storico locale e aspetta che le sue «kroket» diventino belle calde. Alla cassa Alina pensa tra sé e sé sorridendo che sua madre si sarebbe trovata in difficoltà: la donna usa infatti la carta di credito solo per pagare grossi importi e quindi se la porta dietro solo di rado. Questa tradizionale pasticceria artigianale, invece, ha ormai rinunciato completamente ai pagamenti in contanti.

Durante il suo viaggio in Olanda Alina ha capito come funzionano i pagamenti qui: se un olandese deve pagare al ristorante, ad esempio, non chiede quasi mai il conto al tavolo, ma si reca direttamente al bancone e paga per lo più con la carta. I distributori automatici di biglietti ferroviari accettano, oltre alle carte, anche le monete, ma non le banconote. Per Alina non è un problema, anzi: anche nel suo Paese lei preferisce pagare con la carta di credito o con lo smartwatch.

Nei ristoranti in Olanda solitamente si paga senza contanti direttamente al bancone.

Senza contanti nell'Europa del nord
La Svezia, la Norvegia e la Danimarca così come la Finlandia si sono poste l'obiettivo di eliminare l'uso dei contanti nel medio periodo o per lo meno di ridurlo drasticamente. In Danimarca, ad esempio, i piccoli negozi non sono più obbligati ad accettare i contanti dal 2016.

In tutti i Paesi nordici potete pagare tranquillamente anche piccoli importi con la carta di credito, prepaid o di debito. E anche Paesi come la Turchia, la Gran Bretagna e la Francia sono sempre più orientati verso una società senza contanti. Nell'Europa del sud, invece, vi servono ancora monete e banconote per pagare nei punti vendita. In Germania, Austria e Svizzera le due forme di pagamento sono accettate in pari misura.

Tenetevi sempre aggiornati sulle forme di pagamento in uso all'estero e quando viaggiate vi consigliamo di portare sempre la vostra carta con voi.

Consigli per pagare all'estero

Prima del viaggio

1.

Controllate la data di scadenza della vostra carta. La nuova carta vi viene spedita da dodici a quattro settimane prima della sua scadenza. Se necessario potete anche richiedere che vi sia recapitata prima.

2.

Avete anche la possibilità di aumentare il limite della vostra carta in via temporanea.

3.

Se avete una carta prepaid, non dimenticate di caricarla prima di partire per un viaggio all'estero.

4.

Scaricate inoltre l'app one, che durante il viaggio vi permetterà di tenere sotto controllo le transazioni effettuate e l'importo ancora disponibile sulla carta.

5.

Salvate il numero della centrale di blocco (24 ore) +41 (0)58 958 83 83 sul vostro cellulare per averlo sempre a portata di mano in caso di emergenze.

Durante il viaggio

1.

Se avete comunque bisogno di contanti, potete prelevarli facilmente con la vostra carta di credito ai bancomat.

2.

Conservate le ricevute per controllare poi la fattura della carta.

Dopo il viaggio

1.

Controllate il conteggio della carta e segnalate eventuali incongruenze entro 30 giorni dall'emissione della fattura.

Altri articoli