Ricercare e filtrare contenuti

Story

L'alternativa sostenibile: carte di credito in legno

07.04.2021

Viseca, la Zürcher Kantonalbank e Swiss Wood Solutions hanno sviluppato la prima carta di pagamento svizzera in legno, che è stata chiamata TouchWood. Il legno proviene al 100% da produzione svizzera e offre un'alternativa sostenibile alle carte in PVC utilizzate oggigiorno. I prototipi della carta sono già funzionanti ed entreranno a breve nella fase pilota. Qui trovate maggiori informazioni su questo entusiasmante progetto.

Ogni anno, in Svizzera, vengono emesse o sostituite centinaia di migliaia di carte di credito. A eccezione di alcune carte pregiate realizzate in vero oro, platino o altri metalli preziosi, fino a oggi sono fatte tutte in PVC. Pertanto, ogni anno viene consumata una quantità ingente di plastica che finirà poi nell'ambiente. Per questo motivo, Viseca e la Zürcher Kantonalbank hanno deciso di cercare una soluzione innovativa: in collaborazione con Swiss Wood Solutions AG, uno spin-off dell'EMPA e dell'ETH di Zurigo, nel giro di pochi mesi è stata sviluppata una carta di pagamento in legno svizzero.
Tramite uno speciale procedimento vengono dapprima prodotte impiallacciature di legno altamente compatte, sulle quali viene poi incollato un secondo strato di legno. Questo conferisce alla carta in legno una resistenza e un'elasticità simili a quelle di una carta in plastica. Successivamente vengono integrati un'antenna in rame e un chip, mentre il numero della carta, il nome e la data di scadenza vengono incisi al laser. Il 96% della carta è fatto di legno o materiali biodegradabili. Per quanto riguarda il chip e l'antenna, vengono utilizzati metalli riciclabili. Con questa innovazione ci si è posti l'obiettivo di poter offrire un giorno a tutti i clienti interessati una carta di pagamento sostenibile «made in Switzerland».
 
Presto disponibile un'alternativa sostenibile?
Utilizzando il legno al posto del PVC, le emissioni di CO2 associate alla carta di pagamento possono essere ridotte durante la produzione e quasi neutralizzate in fase di smaltimento. Sebbene dal calcolo iniziale di myclimate risulti che le emissioni di CO2 durante la produzione di carte in legno e PVC si attestino a un livello analogo, bisogna considerare che i dati relativi alla carta in legno si basano sulla produzione di una piccola serie destinata alla fase pilota. Se le carte in legno fossero prodotte in grandi quantità, il bilancio di CO 2 migliorerebbe in maniera significativa. Allora la carta è davvero molto più sostenibile di una carta di plastica.
 
Se la carta di pagamento TouchWood si affermerà sul mercato dipenderà, non da ultimo, dal grado di accettazione da parte dei titolari stessi delle carte. Utilizzereste una carta in legno? Partecipate al nostro sondaggio e iscrivetevi subito come clienti di Viseca alla fase pilota che inizierà alla fine di quest'anno. Ci sono ancora alcuni posti disponibili. Siate tra i primi titolari di una carta in legno!

Utilizzereste una carta di credito in legno?

* Disclaimer: alla fase pilota possono iscriversi gli attuali titolari di una carta principale Viseca. Possono partecipare solo i titolari di una carta di credito. Altre carte di pagamento (p.es. carte di debito) non possono essere prese in considerazione al momento. I partecipanti definitivi alla fase pilota saranno selezionati e informati da Viseca.

CONCORSO

In palio un weekend di benessere a Zurigo

Partecipate subito

Altri articoli