Ricercare e filtrare contenuti

Story

Attenzione! Dieci norme di circolazione speciali all’estero

Testo: Natalie Sniatala, Foto: iStock / Alamy / 10.08.2018

Paese che vai, usanza che trovi – lo stesso vale per le strade. Sapevate che a Eboli, città dell’Italia meridionale, i baci in auto sono sanzionati? Scoprite qui le norme di circolazione particolari di cui dovete tenere conto all’estero.

Volete scoprire la località di vacanza per conto vostro? Bastano qualche firma e brevi istruzioni per ottenere rapidamente un'auto a noleggio. Ed eccovi già sulle strade di un Paese straniero, forse senza aver mai pensato prima alle norme di circolazione stradale in vigore. Spesso, però, all'estero il codice della strada è diverso da quello svizzero. Prima di partire è consigliabile quindi familiarizzare con le norme di circolazione del Paese in questione. Ne abbiamo selezionate alcune per voi.

Italia: vietato baciarsi
Nella città di Eboli, nel sud dell’Italia, è vietato baciarsi in auto. Il motivo: potrebbe distrarre il conducente. La violazione di questa norma è punita con una multa che può ammontare fino a 500 euro.

Danimarca: uno sguardo sotto l’auto
In Danimarca, se salite in auto senza dare uno sguardo sotto, violate una regola di sicurezza. Il motivo: potrebbe esserci qualcuno che fa un pisolino sotto il veicolo. Se violate questa regola non sarete multati, ma meglio prestare attenzione in ogni caso.

Svezia: parcheggio limitato
In Svezia, non pensate di poter lasciare il vostro veicolo per più di cinque giorni in un parcheggio pubblico. La polizia stradale svedese potrebbe farlo rimuovere. Gli agenti sono particolarmente severi per quanto riguarda i parcheggi nelle strade e nelle piazze pubbliche.

Singapore: distanza dai pedoni
A Singapore avere occhio è un gran bel vantaggio per un conducente. Dovete infatti mantenere sempre una distanza minima di 50 metri dai pedoni. Il rispetto delle norme è severamente controllato dalla polizia stradale, che applica multe in caso di infrazione.

Tailandia: mani sul volante
Il traffico tailandese è notoriamente caotico. Si presta poca attenzione al codice stradale. Tuttavia, c’è un aspetto su cui la polizia tailandese non transige: la guida senza mani sul volante. Se non tenete le mani sul volante, incorrerete in una multa.

Sconti sull’autonoleggio Hertz
Prevedete a breve di noleggiare un’auto all’estero? Controllate se sul retro della vostra carta Viseca si trova il logo o la scritta dell’autonoleggio Hertz. Da Hertz potete infatti approfittare di sconti convenienti, a condizione che paghiate il noleggio con la vostra carta Viseca. Trovate maggiori informazioni al riguardo qui.

USA: vietato sorpassare gli scuolabus
Quando uno scuolabus si ferma davanti a voi, accende le luci d’emergenza, espone un segnale di stop e gli scolari salgono e scendono, che non vi venga in mente di superarlo. Lo stesso vale anche se siete sulla corsia opposta. La multa è molto salata!

Spagna: auricolare vietato
In Spagna, se alla guida telefonate con l’auricolare infrangete il codice della strada. L’unico metodo consentito è tramite vivavoce.

Austria: addio sigarette
La nostra vicina Austria inasprisce il regolamento antitabacco: dal 1° maggio 2018 vige il divieto per i conducenti di fumare nel veicolo in presenza di minori. Le multe sono salate: fino a 1 000 euro!

Croazia: lampadina di ricambio a bordo?
Non importa se sapete sostituirla oppure no: in Croazia dovete sempre avere a bordo una lampadina di ricambio per i fari.

Grecia: che giorno è oggi?
Se guidate in Grecia siete tenuti a sapere sempre qual è la data odierna. Il motivo: i divieti di sosta con una linea verticale valgono solo nei giorni dispari. Se sul cartello ci sono due linee verticali, il divieto è in vigore solo nei giorni pari.

Consigli pre-partenza
Prima di intraprendere un viaggio, informatevi bene sul codice della strada del Paese in questione. Fate attenzione alla diversità dei limiti di velocità, della segnaletica nonché delle regole sull’accensione dei fari. Verificate anche che la vostra licenza di condurre sia valida. In alcuni Paesi occorre la patente internazionale e un visto. Trovate informazioni utili su tcs.ch.

Altri articoli