Ricercare e filtrare contenuti

Story

Una fonte di buonumore: yoga per tutti

Testo: Lena Grossmüller, foto: Ornella Cacace, video: Stephan Huwyler / 16.05.2018

Gli esercizi mentali e fisici provenienti dall'India entusiasmano un pubblico sempre più ampio che spazia da principianti a yogi esperti. L'insegnante Andrea Coggins di Living Yoga spiega perché gli esercizi di yoga sono adatti a tutti e invoglia a praticare questa disciplina in estate.

È vero che tutti possono praticare lo yoga?
Sì! Lo yoga è incentrato sulla vitalità fisica e mentale, la flessibilità è un aspetto secondario. Ognuno di noi ha un corpo e un background diversi e quindi un proprio modo di muoversi sul tappetino. È compito di un buon insegnante organizzare le classi in modo che ognuno possa beneficiare della pratica.

A cosa devono prestare attenzione i principianti?
Non a tanto in realtà. Non occorre acquistare nuovi indumenti. È sufficiente recarsi in un centro valido e conosciuto e informare l'insegnante di yoga sulle proprie attuali condizioni fisiche e mentali. In questo modo l'insegnante potrà dire al corsista a cosa deve prestare attenzione e potrà accompagnarlo meglio durante la pratica. Ovviamente il rischio di farsi male c'è nel caso in cui si vogliano eseguire delle posizioni avanzate troppo rapidamente oppure qualora l'insegnante non conosca bene i nostri trascorsi di salute.

Che benefici offre lo yoga?
Una vita sana, limpida e felice. La pratica è estremamente efficace e ci insegna a trattare noi stessi e gli altri con cura e attenzione. Lo yoga rafforza la nostra percezione corporea e il nostro portamento e può esercitare un'efficace azione anti-stress nei periodi più frenetici. Chi pensa che lo yoga significhi riuscire a incrociare le gambe dietro la testa o dimagrire 15 kg è sulla strada sbagliata.

Perché si attribuisce così tanta importanza alla respirazione?
Perché la qualità della nostra respirazione incide profondamente sul nostro benessere. Durante lo yoga inspiriamo tre volte più aria per ogni respiro rispetto a quanto facciamo nella vita quotidiana. Di conseguenza il nostro corpo ha a disposizione tre volte in più di energia e la circolazione sanguigna viene migliorata. E il bello è che gli esercizi di respirazione possono essere svolti ovunque: in ufficio, in aereo o prima di una prova che ci mette ansia.
 

I 3 esercizi yoga del video spiegati in breve

Virabhadrasana II

Ampio affondo con braccia allargate in orizzontale.
Importante: non inclinare il busto in avanti ma tenerlo dritto sopra i fianchi e distribuire il peso su entrambi i piedi.

Parivritta Virabhadrasana II
Ampio affondo con il tronco piegato di lato e braccio sopra la testa.
Importante: non allungare la gamba anteriore, ma tenerla flessa e tendere il braccio sopra la testa.

Utthita Parshvakonasana
Ampio affondo con la mano in basso posizionata accanto al piede anteriore e il braccio teso in diagonale sopra la testa.
Importante: il ginocchio deve toccare il braccio e la spalla destra va tenuta in parallelo sopra quella sinistra.
 

Lo yoga è indicato anche in estate?
Assolutamente sì. Non molti sanno che un insegnante esperto può organizzare la lezione in modo tale che il corpo si raffreddi o, in inverno, si riscaldi.

Nelle calde giornate estive non si ha voglia di praticare yoga al chiuso. Quali sono le alternative?
Da Living Yoga offriamo di tanto in tanto dei corsi di rooftop yoga, dunque ci spostiamo all'aperto sul tetto di una casa. Oggigiorno si organizzano anche corsi di yoga nei parchi o al lago. Sempre più apprezzato è anche il pop up yoga, che viene praticato in luoghi insoliti nel cuore della città.
 
Quali sono i trend attuali nello yoga?
Nello yoga ci sono sempre trend che vanno e che vengono. Il più recente è l'aerial yoga, detto anche anti-gravity yoga. Le posizioni, le cosiddette «asana», vengono eseguite restando sospesi in aria per mezzo di teli appesi al soffitto. Nel SUP yoga, invece, la pratica si svolge su una tavola da SUP in acqua. I corsi o le lezioni di prova aiutano a capire se questi nuovi tipi di yoga fanno al caso proprio.

Quali attrezzi si usano nello yoga e quali sono veramente utili?
Ci sono diversi attrezzi, dai blocchi alle cinture, che possono aiutare ad assumere determinate posizioni. Questi però non sono indispensabili, molte persone che praticano yoga infatti non li utilizzano. Eventualmente è consigliabile avere un tappetino antiscivolo, solo questo

Molte persone oggi praticano yoga a casa. Quali sono però i vantaggi di frequentare un centro yoga?
Il grande vantaggio è la presenza di insegnanti validi che con indicazioni chiare e mani esperte possono aiutare i praticanti a eseguire gli esercizi ed eventualmente anche correggerli. Questi aspetti purtroppo vengono meno nelle lezioni online su YouTube. Mi è già capitato di dover correggere frequentemente dei corsisti che praticavano yoga a casa già da anni. Da non sottovalutare è anche l'atmosfera che si respira in un centro yoga, dove facciamo in modo che tutti i sensi vengano nutriti.

Come si trova un centro valido?
È una scelta molto personale. Bisogna domandarsi quali sono gli aspetti a cui si attribuisce importanza. Lo stile yoga, l'ambiente, l'insegnante o semplicemente la vicinanza del centro al luogo di lavoro? Quindi l'unico modo è provare. Ad oggi non esistono ancora marchi di qualità o corsi di formazione certificati per gli insegnanti che possono aiutare a orientarsi verso l'uno o l'altro centro.

Quali sono i principali stili di yoga che vengono offerti nella maggior parte dei centri?
La pratica più conosciuta da noi in occidente è l'Hatha Yoga, che ha sempre a che fare con il movimento del corpo. Molto apprezzato è anche il Vinyasa Yoga, che si contraddistingue per la fluidità della sequenza. L'Asthanga Yoga, invece, è una pratica molto fisica e alquanto rigorosa, inizia sempre nello stesso modo e segue una sequenza predeterminata. Ovviamente ci sono anche tanti altri stili, che spesso riprendono il nome dei rispettivi insegnanti, come ad esempio il Sivananda Yoga e l'Iyengar Yoga. Ogni centro yoga si concentra su un tema in particolar modo.

Dove ci si può informare sullo yoga?
Una buona fonte è lo Yoga Journal, una rivista statunitense dove si possono scoprire tutte le novità del mondo yoga. Il suo account Instagram «yogajournal» è molto stimolante. Alcuni buoni libri da leggere sono «Die kleine Yoga-Philosophie» (La piccola filosofia dello yoga) di Anna Trökes che descrive i fondamenti della pratica yoga, «Die Quelle des Daseins» (La fonte della vita) di René Hug sullo Yin Yoga meditativo e «Otto talenti umani» di Gurmukh. Gli autori sono tre insegnanti molto conosciuti che di tanto in tanto tengono dei corsi anche nel nostro centro.

Living Yoga
Living Yoga è stato fondato nel 2004 da Andrea Coggins a Hergiswil (NW). Dieci anni dopo, Andrea Coggins ha aperto un secondo centro a Lucerna in Kasernenplatz. Le otto insegnanti delle due sedi attualmente propongono diversi stili di yoga. Living Yoga offre degli abbonamenti di prova che permettono ai corsisti di frequentare tutte le lezioni che desiderano nei primi dieci giorni e di trovare così lo stile più adatto a loro.

www.livingyoga.ch

 

Yoga
Lo yoga è una dottrina filosofica proveniente dall'India. Prevede degli esercizi mentali e fisici; questi ultimi sono chiamati «asana». Esistono molteplici forme e stili di yoga; molto diffuso in Europa e negli Stati Uniti è soprattutto l'Hatha Yoga. Il nome «Yoga» deriva dal sanscrito, l'antica lingua indiana, e significa «unione». Con ciò si intende la fusione di corpo e spirito per una vita vitale, sana e positiva. In Svizzera alcuni corsi yoga sono sovvenzionati dalla cassa malati.  

Per maggiori informazioni sullo yoga consultate i siti:
www.yoga.ch
www.swissyoga.ch

Categoria:

sport, story, consigli

Altri articoli